slider

ASSOCIAZIONE REF

Ricerca educazione formazione per la qualità della vita dell'ammalato
slider

ASSOCIAZIONEREF

Scuola di counseling integrato CoMeTE
Associazione REF

Scuola di counseling CoMeTE

Scuola di counseling integrato

Offre un percorso formativo pratico/esperienziale che combina counseling e crescita personale, incontro con gli altri, ascolto, respiro, musica, movimento e tanto altro ancora. Tutto questo in una atmosfera di apertura, accoglienza, bellezza e professionalità.
Si rivolge a persone che vogliono diventare counselor professionisti ed esercitare la professione autonomamente o in strutture/istituzioni. Oppure a operatori delle relazioni di aiuto che vogliono arricchire le loro competenze relazionali e di comunicazione e valorizzare così la loro professionalità. Oppure ancora a persone che desiderano migliorare le relazioni con il partner, in famiglia, sul lavoro e nel proprio contesto sociale. Infine, a chiunque voglia intraprendere un percorso di conoscenza di sé e di crescita personale e quindi migliorare la qualità della propria vita.
ASSOCIAZIONE REF
ASSOCIAZIONE REF

Cosa offriamo

Vuoi partecipare a un corso ?

02 36 55 31 20

Contattaci per maggiori informazioni

Chiamaci per fissare un appuntamento, ti illustreremo nel dettaglio il programma dei nostri corsi.
Contatti

Dicono di noi

associazione ref

Ultimi articoli dal nostro Blog

Il tempo della comunicazione è tempo di cura

Il consenso INFORMATO ovvero il tempo della comunicazione è tempo di cura Riflessioni sull’ Art.1 (commi 1, 2, 3, 8 e 10) della L.219/2017 presentato al convegno UOMO, NATURA, ANIMALI per una Bioetica della Cura, organizzato dalla CISL Medici – Lombardia, Milano, 24 novembre 2018 a cura di Elisabetta Cofrancesco, medico, componente del Comitato Ordinatore […]

Salvare e redimere nelle relazioni d’aiuto: l’assunzione di responsabilità

a cura di  Paolo Gilardi, counselor supervisor e trainer, analista dialogico. Pubblicato sulla rivista “Servitium” n.235 del 2018. C’è un uomo in mare che annaspa e sta per affogare; si avvicina a lui una barca e gli chiede: «Serve aiuto?» e l’uomo: «No, Dio mi salverà!»; passa una seconda barca e dice: «Serve una mano?» […]